Details

Gran Premio svizzero di teatro / Anello Hans Reinhart 2020 a Jossi Wieler >>

Jossi Wieler, tra i più acclamati registi teatrali e d’opera lirica a livello internazionale, si è aggiudicato il Gran Premio svizzero di teatro / Anello Hans Reinhart 2020. Attribuito dall’Ufficio federale della cultura (UFC) dal 2014 e dotato di 100'000 franchi, si tratta del massimo riconoscimento teatrale del paese e prosegue la tradizione dell’Anello Hans Reinhart instaurata dalla Società Svizzera di Studi Teatrali (SSST) nel 1957. La SSST è tuttora implicata nell'assegnazione di questo premio, onorando come in passato il vincitore con un anello in oro appositamente realizzato per l’occasione e dedicandogli un volume della sua collana plurilingue MIMOS. Annuari svizzeri del teatro.


Videoritratto di Jossi Wieler (© UFC / Take Off Productions 2020)


Nato nel 1951 a Kreuzlingen, Jossi Wieler vive ora a Berlino. Ha studiato regia all’Università di Tel Aviv e lavorato per molti anni come regista teatrale in Svizzera e in Germania, ottenendo numerosi riconoscimenti per le sue messe in scena, fra cui varie pièce di Elfriede Jelinek.

La sua attività si è estesa al settore del teatro musicale dal 1994, grazie all’incontro con Sergio Morabito. La loro collaborazione si fonda sul dialogo reciproco e sull’esplorazione profonda delle partiture, allo scopo di metterne in luce la rilevanza sociopolitica per il presente. Alla Staatsoper di Stoccarda, che Jossi Wieler ha diretto dal 2011 al 2018, i due registi hanno realizzato oltre 25 produzioni e conseguito svariati premi. Sotto la direzione di Wieler, nel 2016, la Staatsoper di Stoccarda è stata nominata «Teatro d’opera dell’anno».

Alla fine di febbraio del 2020 il duo Wieler-Morabito ha portato in scena «Les Huguenots» di Giacomo Meyerbeer al Grand Théâtre di Ginevra. Insieme alla scenografa e costumista Anna Viebrock, che collabora con Wieler da quasi quarant’anni, i due co-registi hanno dato vita a un’interpretazione ricca di associazioni di quest’opera.

Jossi Wieler è un artista sensibile che dà grande importanza alla cooperazione. In un'intervista condotta da Andreas Klaeui, membro del comitato direttivo della SSST e redattore della radio svizzero-tedesca SRF2, Wieler ha affermato: «Il dialogo ha sempre avuto un ruolo centrale nel mio lavoro. Perché è importante che non sia una sola persona a determinare tutto, ma si possa dare ampio spazio alla riflessione e allo scambio.»


I cinque Premi svizzeri di teatro 2020
Quest’anno l’UFC assegna i cinque Premi svizzeri di teatro al regista Boris Nikitin, alla marionettista Kathrin Bosshard, all’autore e drammaturgo Mats Staub, alla scenografa Sylvie Kleiber e al Théâtre du Loup di Ginevra, mentre il duo Les Diptik si aggiudica il Premio svizzero della scena 2020. Ognuno dei premiati riceverà una somma di 40'000 franchi.

A causa della pandemia da coronavirus la cerimonia di consegna dei Premi svizzeri di teatro 2020, che avrebbe dovuto svolgersi a maggio in occasione dell’Incontro del Teatro Svizzero, è stata annullata. I premi verranno consegnati quest'autunno in un contesto ristretto.


Premi svizzeri delle arti sceniche dal 2021
A partire dal 2021, i Premi svizzeri di teatro (compreso il Premio svizzero della scena) e i Premi svizzeri della danza confluiranno nei Premi svizzeri delle arti sceniche, che l’UFC attribuirà annualmente in autunno nell’ambito di una cerimonia comune. Questa strategia consentirà di dare maggiore visibilità all’intera gamma delle arti sceniche.

La SST sarà coinvolta nell'assegnazione del nuovo Gran Premio svizzero delle arti sceniche / Anello Hans Reinhart, onorando come in passato la vincitrice o il vincitore con un anello d'oro realizzato su misura e documentandone il percorso artistico in un volume della sua collana MIMOS.